Informazioni generali sulla Thailandia

La Thailandia è un paese prevantemente agricolo. Viaggiando da Bangkok verso Nord abbiamo visto interi terreni occupati dalle piantagioni di ananas, dal riso, dalla canna da zucchero e etc…

Il riso coltivato, ed utilizzato nella cucina thailandese, è glutinoso, gelsomino o nero integrale.

DSC00835.JPG

L’altra attività è quella turistica che da anni sostiene l’economia del paese. Purtroppo questo ha avuto un arresto negli ultimi anni anche a causa delle sue politiche che ne hanno ostacolato lo sviluppo e la modernizzazione per far sì che la ricchezza potesse rimanese nelle mani di pochi.

Le tasse rimangono alte ma non è garantita nè la pensione nè l’assistenza medica. Le persone hanno paura di fare visite mediche perchè non vogliono incorrere in alte spese che non sono in grado di sostenere; così la gente si ammala e non si cura in tempo. C’è stato un periodo, quando il paese era nel pieno dello sviluppo, in cui c’era un minimo di assistenza medica garantita per tutti i cittadini. La nostra guida ci ha detto che fino a quando c’era Thaksin le cose andavano bene: c’era attenzione per il popolo e una grande apertura verso l’esterno e verso lo sviluppo del paese. Questo fino a quando non è stato esiliato e c’è stato un arresto economico e un susseguirsi di governi militari.

Ovunque per le strade si vedono cartelloni e striscioni neri a rappresentare il lutto per la morte del re (i thailandesi devono portare il lutto per un anno). Le opinioni, che abbiamo sentito durante il nostro viaggio, riguardo alla monarchia sono varie e contrastanti.

Dalla scelta di garantire il lavoro ai cittadini thailandesi (se, ad esempio, un italiano apre un’attività in Thailandia il 51% deve essere di nazionalità thailandese) alle restrizioni sul gioco d’azzardo. Non è, infatti, un segreto che si cerchi la fortuna e la ricchezza; in Thailandia, anche leggendo i nostri post del viaggio, si capisce che la religione è molto collegata alla ricerca della felicità nella vita attuale (e la felicità, viste le condizioni di povertà in cui spesso rientra la maggior parte della popolazione, è collegata al possedere molti bath) quindi il rischio di perdere tutto per tentare la fortuna è molto alto.

Come in tutti i paesi, anche in Thailandia, ci sono dei problemi legati al governo, e in questo caso alla monarchia. Trovare qualcuno che parli di lui in modo negativo non è facile da scovare anche perchè si rischia la vita (nel vero senso della parola).

Noi siamo stati fortunati perchè abbiamo visto le diverse sfumature. Lo stato è praticamente nelle mani dei militari perchè il nuovo re vive in Germania. E diciamo che, se noi dobbiamo mantenere i nostri politici, i thailandesi devono contribuire a sostenere economicamente i reali (con tutti i loro vizi).

Un thailandese modello deve essere Patriottico, Religioso e deve sostenere incondizionatamente la Monarchia.

Se il paese partiva avvantaggiato rispetto a tutti gli stati confinanti adesso risulta essere il più “arretrato”: Cambogia, Laos e Birmania stanno crescendo e si stanno sviluppando rapidamente. Nonostante l’accoglienza sia ancora “di casa”, siamo certi che la Thailandia sia ancora il paese dei sorrisi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...