Come viaggiare stando sul divano

E’ ormai da molto tempo che non condivido più pensieri e avventure tra le pagine di questo blog. Il lavoro ha assorbito ogni nostra energia e purtroppo abbiamo dovuto accantonare la scrittura. Nonostante questo abbiamo continuato a viaggiare e a scoprire posti nuovi che ci piacerebbe tornare a raccontare.

L’idea è di aggiungere qualcosa di più; oltre ai viaggi io ho cominciato ad appassionarmi ai drama asiatici, mio marito ha, ormai da due anni, preso diversi brevetti facendo sub ed insieme abbiamo da poco iniziato un corso di giapponese (interrotto a causa del COVID19).

Proprio a causa di questo virus a me è venuta voglia di sedermi sul divano e riprendere a scrivere.

Dal mio punto di vista restare a casa non è stato poi così pesante. A parte le belle giornate di questi giorni che invogliavano a fare una bella passeggiata all’aria aperta, per tutto il resto non ho avuto problemi ad adattarmi. L’unica vera mancanza è stata quella di non poter fantasticare sul prossimo viaggio perché non si ha la minima idea di cosa succederà. Per questa ragione preferisco godermi le giornate senza fare progetti sul futuro. il presente è la cosa più importante, e soprattutto è importante che per ora stiamo bene, tutto il resto passa in secondo piano.

Take your Time!

In questo periodo lavoro in smart working e devo dire che il lavoro assorbe ancora più tempo rispetto a quando sono in ufficio. Nonostante questo anche se lavoro 12 ore al giorno sono serena, in casa c’è silenzio e ne approfitto per fare un po’ di yoga, dopo colazione uso Spotify (che in questo periodo è diventato praticamente essenziale) mettendo una musica rilassante e mi accendo un incenso. Con tranquillità comincio a lavorare. Nella pausa pranzo leggo un po’ e nel pomeriggio spesso trovo quei 10/15 minuti per concedermi una pausa. Spesso con la tazza di tè in mano chiudo gli occhi e mi rilasso. Accompagnata dalla musica mi trovo spesso in qualche posto tranquillo che ho visitato in Giappone (perché è sempre lì che vorrei essere). Ultimamente la mia immaginazione mi porta in un giardino o in una caffetteria del tempio di Shuri di Okinawa dove sono stata l’anno scorso.

Quello che voglio dirvi, raccontandovi la mia settimana tipo ai tempi del Coronavirus, è che ci sono un sacco di cose che potete fare senza uscire di casa, ma la cosa fondamentale, che ci dimentichiamo spesso tutti, è che è importante prendersi cura di noi stessi anche facendo piccoli gesti, dandoci piccole attenzioni che ci fanno stare bene.

Questa settimana sono addirittura riuscita ad applicarmi una maschera per il viso. Sembrerà una cosa davvero stupida ai vostri occhi, ma io sono molto pigra e di solito non le utilizzo quasi mai: le compro e le metto in una scatola con l’ipotesi che prima o poi avrò il tempo di utilizzarle. Ecco la frase “quando avrò tempo” ho capito che è sbagliata, il tempo bisogna ritagliarselo ed è davvero importante farlo.

Riscoprire la lettura

Non so se siete accaniti lettori o se come me amate leggere ma, per pigrizia, preferite accendere la tv. Da un pò di tempo ho ricominciato ad acquistare dei libri, quelli di carta. Possiedo un kindle ma quando sono a casa adoro sfogliarli e mi piace vederli sulla mia libreria una volta terminati. Ultimamente ho deciso di comprarli usati (li acquisto quasi sempre online sul sito del Libraccio) e ciò mi consente di prenderne davvero molti.

Per darvi qualche spunto di lettura vi dico cosa ho acquistato recentemente:

  • Banana Yoshimoto – Delfini. Ho appena terminato questo libro e devo dire che mi è piaciuto molto. Avevo letto un solo libro di questa autrice qualche anno fa (Tsugumi) e devo dire che vorrei leggerne molti altri. Si tratta di una lettura leggera (circa 170 pagine) ma intensa. L’autrice ha la capacità di dire cose non banali con una semplicità invidiabile. Anche se le opinioni dei protagonista sono molto distanti dalle mie mi sono ritrovata più volte ad apprezzare le diversità nella sua visione delle cose. Un racconto talvolta surreale ma talvolta anche molto attuale. La trama, in modo spiccio, racconta di una ragazza Kimiko che, dopo una notte d’amore con un ragazzo da poco conosciuto, resta incinta. Premetto che non si tratta di una storia d’amore ma di un racconto femminista ed individualista. Un racconto di una ragazza che, nonostante non ha mai pensato di voler essere madre, diventa una mamma affezionata e convinta che antepone a tutto il bene della figlia.
  • Tony Wheeler – Perchè viaggiamo in difesa di un atto vitale. L’ho appena iniziato e si tratta anche questa di una lettura veloce. Tony Wheeler è il creatore di Lonely Planet ed è un uomo che, insieme alla moglie, ha coronato il sogno di tanti e l’ha realizzato con tanto coraggio. Ha fondato la casa editrice Lonely Planet in Australia e questa da piccola che era è diventata un must di ogni viaggiatore del mondo. Non mi dilungo a spiegare di cosa tratta il libro anche perché il titolo è alquanto esplicativo.
  • Cento Haiku. Gli haiku sono poesie giapponesi composte da tre versi per diciassette more.
  • Banana Yoshimoto – Un viaggio chiamato vita. Devo ancora leggere questo ed i libri successivi. La vita è un insieme di ricordi e questo libro parla di questo, un viaggio tra i ricordi di una vita.
  • Tiziano Terzani – La fine è il mio inizio. Questo libro, come quasi tutti quelli di Terzani, è abbastanza voluminoso (466 pagine). Prendo in prestito una frase per dirvi di cosa parla: “Allora, questa è la fine, ma è anche l’inizio di una storia che è la mia vita e di cui mi piacerebbe ancora parlare con te per vedere insieme se, tutto sommato c’è un senso.”. La sua storia viene condivisa e scritta con il figlio. Una premessa che avrei dovuto fare per chi non conoscesse Tiziano Terzani, era un famoso giornalista italiano e dai suoi libri si percepisce una grande passione per l’Asia. Uno dei suoi libri che ho apprezzato di più è Un indovino mi disse. Un viaggio di un anno in Asia senza prendere aerei, la riscoperta del viaggio lento e semplice dove si apprezzano tutte le piccole cose che possono accadere durante il tragitto. Se non l’avete già letto vi consiglio assolutamente questo libro perché descrive l’Asia di un tempo passato, autentica e un po’ mistica. Un continente che per alcune sfaccettature ha perduto quel fascino descritto dall’autore.
  • Antonietta Pastore – Leggero il passo sui tatami. Un libro coinvolgente che racconta un lato nascosto del Giappone, aspetti che se non si vive nel Paese del Sol Levante non si riescono a cogliere. Credo che sia interessante capire come l’opinione dell’autrice cambi da quando è turista a quando diventa residente. Di questa autrice ho acquistato anche un ebook Nel Giappone delle donne, un percorso all’interno del paese attraverso gli occhi delle donne incontrate durante il cammino di vita della scrittrice.

In ogni caso se non avete copie di libri in casa e se avete il desiderio di riscoprire la letture potete acquistare degli ebook per tenervi compagnia o alcuni siti come la Mondadori offrono la spedizione gratuita in questo periodo. Vi segnalo inoltre che la Lonely Planet ha reso disponibile una copia gratuita del libro “Viaggiare in poltrona”.

Vi consiglio inoltre di consultare il sito della Solidarietà digitale dove potete trovare alcune iniziative interessanti, tra cui attività di e-learning e abbonamenti gratuiti a riviste (tra cui anche Traveller e molte riviste Mondadori).

Scorpacciata di Serie Tv

Da Netflix ad Amazon Prime e da Now TV a Viki Rakuten ce n’è davvero per tutti i gusti. Su Pinterest condivido abitualmente tutte le serie tv viste quindi se volete potete dare un’occhiata per trovare qualche spunto.

Vi consiglio su Amazon Prima di guardare James May: Our Man in… Japan, divertente e insolito viaggio in Giappone.

Su Netflix ci sono serie tv per tutti i gusti e di tutti i tipi. Vi consiglio per viaggiare stando sul divano:

  • Atiye, misteriosa serie ambientata in Turchia. Frammenti del passato che si mischiano con il presente. Colpi di scena inaspettati.
  • Virgin River, ambientato tra le foreste della California racconta la storia di un’infermeria che vuole cambiare ambiente e vita trasferendosi appunto a Virgin River. Troverà l’amore?
  • Dramaworld, i k-dramas visti con gli occhi di una giovane americana…
  • Tales of the city, passato e presente di una San Francisco libera da ogni pregiudizio.
  • La casa di carta, in arrivo l’ultima stagione il 3 aprile. Se non avete ancora visto le serie precedenti affrettatevi. Rapinatori spagnoli diventano il simbolo del popolo contro l’autorità spagnola.

Viki Rakuten, per chi non lo conoscesse, offre una vasta gamma di drama coreani, giapponesi, cinesi e taiwanesi. Posterò nei prossimi giorni un articolo ad hoc.

Per viaggiare con la mente vi consiglio di rivedere qualche puntata delle Falde del Kilimangiaro disponibili su RaiPlay. Inoltre, molti musei italiani offrono una visita rilassata direttamente sul pc. Trovate qui il link con i dettagli.

Cucinare o riordinare casa

Che ne pensate di provare nuove ricette, magari quelle che facevate da piccoli con la nonna? Il sapore delle cose fatte in casa si sa è migliore e per di più è divertente e dà molte soddisfazioni.

Oppure, stare in casa potrebbe essere l’occasione per testare Il magico potere del riordino? Non abbiamo trovato il tempo di fare Decluttering o riordinare la casa? Ora non avete più scuse per evitarlo. Un consiglio in merito:

  • date un’occhiata al canale Youtube Annalisa Stories; veramente di grande ispirazione se vi interessano i progetti DIY o se volete riordinare la casa come si deve. E chissà che abbiate nuove idee sull’arredamento?
  • su Netflix potete guardare, e trarre ispirazione, dalla serie Facciamo ordine con Marie Kondo.

Direi che questo è tutto. Spero di esservi stata utile ed avervi dato qualche utile consiglio per questo periodo di tensione che ci accomuna tutti. Ricordate #andràtuttobene #restiamoacasa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...